eventi
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 20 giugno 2013


QUI CIBO, LA PIATTAFORMA WEB PER FAR CONOSCERE I PRODOTTI AGRICOLI A CHILOMETRO ZERO VINCE IL PREMIO START CUP

Una piattaforma web per far conoscere ai consumatori il panorama circostante delle aziende agricole e della loro produzione, e così fare acquisti direttamente online. E' questa l'idea che ha consentito a tre giovani veronesi di ricevere il premio Start Cup per i migliori progetti imprenditoriali innovativi, organizzato dalle Università di Verona, Padova e Venezia Ca' Foscari.
"Il sistema, QuiCibo, crea una rete comune di promozione e vendita di prodotti a km0 delle aziende agricole, permettendo all'utente di compiere un'unica spesa, valutando e comparando l'offerta, nonché di creare il percorso per raggiungere i punti vendita" spiega Nicola Galetto, fondatore della nuova società Quicibo, assieme a Marco Grumolato e Alessandro Vaccaro.
"Gli utenti finali accederanno così, in modo semplice e intuitivo, a prodotti locali e di stagione con la sicurezza dell'origine e del metodo di coltivazione, potendo inoltre condividere con gli altri utenti la propria esperienza. QuiCibo tratterrà solamente una piccola commissione per la gestione dei pagamenti online".
Le realtà agricole che decideranno di iscriversi, secondo l'idea dei tre veronesi, potranno aumentare la propria visibilità, il numero di clienti e i loro margini attualmente erosi dalla grande distribuzione, senza alcuna spesa aggiuntiva. "Il nostro obiettivo è diffondere QuiCibo a livello regionale e successivamente al resto d'Italia" prosegue Galetto. "La versione beta della piattaforma è già attiva, con la possibilità per le aziende di potersi iscrivere". La forza innovativa di questo progetto sta nel fatto che "l'utente può utilizzare QuiCibo sia da consumatore nel proprio territorio di residenza che in veste di turista, rifornendosi dai produttori del luogo: è dunque anche un ottimo strumento per il turismo enogastronomico e agroalimentare, anche straniero" conclude Galetto.
"Il settore di cui ci occupiamo, pur essendo forte e importante per l'economia, non ha ancora una presenza radicata su Internet: grazie a QuiCibo, tutte le microimprese potranno presentarsi insieme, con una maggiore visibilità e senza spese".

Fonte: L'Arena


Altri articoli che potrebbero interessarti: