eventi
IPM ESSEN 2020
Essen (Germania)
28-31 Gennaio 2020
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
FRESKON 2020
Salonicco (Grecia)
2-4 Aprile 2020

MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

venerdì 24 novembre 2017


La Palette Rouge e U Log ottimizzano i flussi di trasporto

Nell'ambito della propria politica di responsabilità sociale d'impresa, Lpr-La Palette Rouge (Gruppo Euro Pool) conferma l'impegno di collaborare insieme ai propri clienti al fine di ridurre la loro impronta di carbonio. A seguito di una dettagliata analisi dei rispettivi sistemi di trasporto, Lpr e U Log, società di logistica di Groupement Système U, hanno riscontrato che molti dei loro flussi di trasporto erano sovrapposti.

Per ottimizzarli, i due partner hanno deciso di metterli in comune, trasportando i pallet vuoti dai depositi di Système U situati in Francia ai centri servizi (luogo in cui i pallet sono ricondizionati) di Lpr, se non direttamente nei punti di raccolta delle industrie clienti di Lpr. La creazione di linee di trasporto su lunga distanza, vale a dire di oltre 700 km, ha consentito così di togliere dalla strada oltre 70 camion. Un risparmio stimato in circa 28mila km nell'arco di poco meno di un anno.

Attraverso questo approccio Lpr conferma il proprio intento di contribuire alla riduzione dell'impronta di carbonio dei propri clienti. Uno strumento in più che si aggiunge al suo impegno di utilizzare unicamente legname proveniente da foreste certificate Pefc per la produzione dei propri pallet. Lpr ottimizza ogni passaggio della propria supply chain attivandosi per la messa in comune di sistemi di trasporto, utilizzando sia il trasporto su ferrovia che su strada, e posizionando i propri centri servizi il più vicino possibile ai siti di produzione dei clienti.

Lpr, che celebra quest'anno il 25esimo anniversario, ha fatto dell'ottimizzazione dei flussi di trasporto un elemento fondamentale della propria attività. Da diversi anni l'azienda calcola la propria impronta di carbonio ed è in grado di farlo per cliente e per tipologia di servizio. Lpr invita anche i propri partner trasportatori a ridurre il loro impatto e a partecipare alle iniziative attivate all'interno del loro settore, quali la Carta Ademe (una serie di linee guida per ridurre l'impronta di carbonio, su base volontaria) o le raccomandazioni della Freight transport association.

"Il nostro modello di business è basato sull'economia circolare - ha dichiarato Yves Degouve, direttore regionale Europa Occidentale di Lpr - E l'ambiente è dunque al centro dei nostri interessi. Riteniamo che un numero crescente dei nostri partner adotterà le soluzioni che proponiamo, e che sono in grado di ridurre emissioni di CO2 e rifiuti, e di contribuire durevolmente al miglioramento del nostro ecosistema. I nostri obiettivi sono chiari e ci muoveremo in maniera decisa in questa direzione".

Fonte: Ufficio stampa Lpr-La Palette Rouge


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: