eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

martedì 10 aprile 2018


In Abruzzo sorgerà la nuova piattaforma distributiva di Coal

Entro la fine del 2018, il Gruppo Coal - cooperativa di dettaglianti che comprende le insegne Coal, Sigma, D'Italy, l'Economy e Dea Market - aprirà una nuova piattaforma distributiva da 10mila metri quadrati per frutta, verdura, carni e surgelati. La struttura è in costruzione a Mosciano Sant'Angelo (Teramo), dove Coal opera attualmente con una piattaforma per l'ortofrutta da 2.500 metri quadrati.

"Il nuovo centro distributivo di Mosciano Sant'Angelo sarà ovviamente il cuore della nostra ortofrutta", ha detto giovedì scorso a Celano (L'Aquila), in occasione dell'incontro divulgativo sulle Patate del Fucino Igp, il responsabile marketing e vendite Marco Cortucci (in foto). "La scelta della location - ha proseguito - non è casuale: l'Abruzzo vanta una posizione centrale rispetto ai nostri negozi ed è la Regione in cui stiamo registrando lo sviluppo più significativo".

Oltreché in Abruzzo, il Gruppo Coal, associato alla centrale acquisti Distribuzione Italiana (D.It), gestisce 221 negozi nelle Marche, 13 in Umbria, tre in Molise, quattro in Lazio e tre in Romagna. L'intera rete sviluppa un fatturato annuo di circa 224 milioni di euro, di cui quasi 29 milioni (13%) riguardano i prodotti ortofrutticoli.





L'italianità e la valorizzazione delle eccellenze territoriali sono due elementi centrali nella strategia del Gruppo. La frutta e la verdura a marchio Coal, infatti, provengono esclusivamente dall'Italia. E molti prodotti Dop e Igp, tra cui la Patata del Fucino Igp, fornita dall'Associazione marsicana produttori patate (Ampp), rientrano nella linea premium. "Il comparto premium del prodotto a marchio è quello che registra i maggiori incrementi in vendita - ha sottolineato Cortucci - Nei nostri supermercati aumentano sia le vendite che i consumatori di prodotti certificati. Trova quindi conferma il successo di un modello produttivo che si fonda su due elementi: qualità e sicurezza, rispondendo a una domanda che riconosce e apprezza l'origine come elemento di garanzia".



Questa tendenza di mercato sta spingendo Coal ad ampliare l'offerta aprendosi a nuovi prodotti ortofrutticoli Dop e Igp. "Il rapporto tra produttori e distribuzione - ha aggiunto il responsabile marketing e vendite - sta entrando in una fase di grande interesse che deve essere sfruttata in pieno da tutte e due le parti. A differenza di altri segmenti merceologici, la strategia della distribuzione per i prodotti ortofrutticoli di qualità certificata non è esplicitamente quella di fare volumi a tutti i costi, stressando la leva del prezzo e quella promozionale, bensì quella di rispondere a un'esigenza dei nuovi consumatori garantendo prima che un prezzo conveniente una qualità che soddisfi le loro aspettative".
 
Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: