eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

mercoledì 27 luglio 2016


Top Kokko debutta con 70mila frutti

Bevanda fresca, naturale e ricca di sostanze nutritive, ma anche di tutte le proprietà tipiche delle bibite energetiche – così la definisce la Fao – l’acqua di cocco è ricca dei principali minerali, dal potassio al fosforo, dal sodio al calcio fino al magnesio. Si ricava direttamente dalle noci di cocco verdi, ma non chiamatela latte di cocco che, al contrario, si trova all'interno della noce matura ed è ricco di grassi. L’acqua di cocco è priva di glutine, di colesterolo e di grassi, contiene sostanze depurative e ha effetto antiossidante.

Fatte dunque le debite premesse, l'azienda umbra Top Melon ha avviato il progetto Top Kokko a dicembre dell’anno scorso e già dopo pochi mesi, a marzo, ha iniziato la lavorazione del prodotto sbucciato (unica azienda in Italia) e cambiato il packaging, passando dalla scatola al nastro che fa vedere meglio la noce di cocco. Senza rinunciare alla classica cannuccia e alle informazioni sul prodotto e con la possibilità, per i clienti, di personalizzare l'imballo.

Non solo. “L’accoglienza sul canale della grande distribuzione organizzata è stata ottima - dice a Italiafruit News Marco Spinetti - ma abbiamo già allargato ad alcuni mercati all’ingrosso e anche all’Horeca. Nei primi due arriva il prodotto pelato, mentre nella ristorazione puntiamo sul verde”.

Partita a dicembre, la lavorazione e commercializzazione proseguirà fino a ottobre per poi ripartire nel periodo delle festività natalizie. “Per il 2016 arriveremo a 70mila cocchi commercializzati aggiunge Spinetti - Essendo il primo anno dobbiamo ancora individuare il calendario migliore, ma il prodotto è comunque disponibile dodici mesi l'anno”.

I frutti provengono dalla Repubblica di Costa Rica, dove le condizioni pedo-climatiche rendono il prodotto una vera bevanda d'eccellenza e la loro coltivazione è seguita direttamente e senza intermediari dall’azienda umbra.

Copyright 2016 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: