eventi
CIBUS CONNECT
Parma
10-11 Aprile 2019
INTERPOMA CHINA
Shanghai
15-17 Aprile 2019
THINK FRESH 2019
Rimini
7 Maggio 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019

leggi tutto

giovedì 1 dicembre 2016


Ecco il caviale dei vegani: un frutto da 200 euro il chilo

Lo chiamano il caviale dei vegani. In effetti quelle vescicole di forma ellittica possono ricordare le pregiate uova di storione. E poi anche il prezzo – fino a 200 euro il chilo, ma dipende dalle varietà – fa pensare a uno dei prodotti simbolo dell'alta cucina e del lusso.

Stiamo però parlando del finger lime a polpa bianca - un frutto derivante da finger lime, limequat e kumquat - agrume che da poco ha fatto la sua comparsa sul mercato italiano. A commercializzare il prodotto coltivato da Agricirce di Sabaudia (Latina) è la Finger Lime Italia. Un'azienda giovane, operativa da meno di un anno, che sta cercando di cavalcare la richiesta crescente per questo frutto, come spiega a Italiafruit News l'amministratore della società, Marco Vario.



“C'è molta curiosità – esordisce l'imprenditore – e i primi dati sono incoraggianti. Stiamo lavorando per far conoscere il finger lime, l'informazione sul prodotto è molto importante. Si tratta di un agrume di origine australiana, noi ne coltiviamo diverse varietà ma quella che stiamo promuovendo e che riscuote più successo è a polpa bianca; la produzione è possibile tutto l'anno e proprio nel periodo natalizio c'è il picco produttivo. Abbiamo dedicato al finger lime cinque ettari: vendiamo il prodotto fresco ma alcuni artigiani locali lo trasformano anche in succhi, marmellate e salse. A breve lanceremo anche l'olio di oliva aromatizzato al finger lime”.



Finger Lime Italia opera con distributori grossisti, rifornisce la ristorazione e sfrutta anche l'ecommerce. “Quello che preferiamo è il contatto diretto con gli chef – sottolinea Vario – e qualcuno di loro, per la sua sapidità, lo usa anche come sostituto del sale. Viene abbinato a tantissime pietanze, dalle ostriche alla cioccolata, fino al risotto allo zafferano”.



I frutti vengono colti dalle piante al momento della richiesta, in modo da garantire il massimo della freschezza. I finger lime sono avvolti in eleganti confezioni in carta cotone da circa 250 grammi che ne contiene dai quattro ai sei. E i prezzi? “Variano tra i 150 e i 200 euro il chilo, alcune varietà anche di più – conclude Marco Vario – prezzi dovuti alla poca produzione delle piante e alla mancanza di una vera concorrenza”.

Copyright 2016 Italiafruit News


Maicol Mercuriali
Editor - Social Media Manager
maicol@italiafruit.net

Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: