eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

giovedì 22 dicembre 2016


Fruitsapp vuole rivoluzionare il commercio ortofrutticolo

Fruitsapp è una startup innovativa fondata a Roma nel 2016 e operia nel settore ortofrutticolo. "La nostra è una missione ambiziosa: vogliamo aiutare i traders, i compratori e i produttori ad incrementare il loro business", spiega la società. "Attraverso la nostra piattaforma, i produttori possono facilmente interagire con solventi compratori di tutto il mondo; inoltre, i compratori possono trovare prodotti sicuri in ogni parte del mondo. La solvibilità dei compratori è garantita da Coface. La qualità dei prodotti è invece garantita da certificazione Haccp e Global Gap".
 
Fruitsapp nasce circa un anno fa, dall’idea del co-founder Carlos Iborra, dieci anni di esperienza nel settore ortofrutticolo e un passato in grandi compagnie, come ad esempio SanLucar (Spagna). Lavorando come trader ha potuto constatare che vi sono molte inefficienze. "In primo luogo il modo di comunicare in questo settore è obsoleto, si perde molto tempo a cercare la controparte, organizzare la logistica, definire gli ordini, chiamare ogni singolo compratore", aggiungono da Fruitsapp. "Per questo vogliamo introdurre un cambiamento innovativo e seguire gli ultimi trend. Infatti, il mondo in cui viviamo è sempre più digitale, tutto viene fatto tramite app. Dunque, è arrivato il momento di digitalizzare anche il settore ortofrutticolo e, con noi, una transazione può avvenire con un semplice click".



L’idea di Carlos è quella di sviluppare una piattaforma online che permetta di mettere insieme traders, produttori e compratori, così che ognuno di loro può di volta in volta aggiornare la propria offerta e trovare in ogni momento l’opportunità migliore. "Le interazioni tra produttore e consumatore avvengono immediatamente sulla piattaforma, dove ogni compratore, produttore, grossista e trader può compiere le proprie operazioni giornaliere", illustrano da Fruitsapp. "Inoltre, la logistica è integrata in ogni transazione, così che il produttore non ha bisogno di definire le modalità di trasporto autonomamente. Il commercio nel settore ortofrutticolo diventa, in questo modo, più semplice, più veloce e più economico".

Carlos ha quindi bisogno di un web developer. Contatta Eslem Alzate, che ha già sviluppato piattaforme per oltre dieci startup. È Eslem che ha creato l’algoritmo che consente alle imprese con gli stessi interessi di interagire tra loro. I due diventano soci e Eslem partecipa alla fondazione di Fruitsapp. Insieme partecipano ai selection days di Startupbootcamp FoodTech e vengono selezionati tra le dieci startup per prendere parte al programma di accelerazione (21/11/2016-10/03/2017).

"Partecipare al nuovo modo di commerciare nel settore ortofrutticolo è semplicissimo. Basta registrarsi, in modo gratuito e veloce, sulla piattaforma, che è in tre lingue, italiano, inglese e spagnolo, e dopo è possibile inserire le proprie offerte, contattare direttamente un compratore e collegarsi con le aziende di maggiore interesse", spiegano gli startupper. "La piattaforma ufficiale verrà lanciata a metà gennaio. Ora siamo ancora in fase beta per cercare di modificare tutti gli errori e lanciare un prodotto perfettamente funzionale. Contiamo già 30 beta users, tra cui Del Monte. Come già detto, la registrazione sulla piattaforma è gratuita, i nostri ricavi provengono dalle commissioni su ogni transazione effettuata. In particolare, il valore della commissione varierà in base al valore della transazione. Abbiamo poi un prezzo fisso per le ‘hot offer’, ovvero nel momento in cui un produttore ha urgenza di vendere determinati prodotti, ci occupiamo noi stessi di incontrare i potenziali compratori contattandoli tramite email, scegliendo tra quelli che hanno espressamente indicato una preferenza per dati prodotti. Crediamo fortemente nei nostri clienti: la nostra priorità. Per questo stiamo facendo del nostro meglio per raccogliere i loro feedback e creare una piattaforma quanto più semplice da utilizzare. Essendo una startup sosteniamo la cultura aperta: ogni membro del team può condividere idee e opinioni in ogni momento e, inoltre, dedichiamo un giorno a settimana al team building".

Fonte: FruitsApp


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: