eventi
FRUIT ATTRACTION 2020
Online
1-31 Ottobre 2020
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

Pomodoro giovedì 1 febbraio 2018


Pomodoro Seminis, qualità e resa per tutta la filiera

SV5197TP è la varietà Seminis a ciclo medioprecoce caratterizzata da elevata produttività, resa eccellente ed ottima qualità in termini di contenuto e rapporto tra i composti nutraceutici. Molto apprezzata anche dall'industria conserviera.

La varietà presenta una pianta di buona vigoria, dotata di buona rusticità, con un'apparato radicale molto profondo che le permettono di essere coltivata con risultati apprezzabili anche in terreni con fertilità ridotta o nei quali si richiede una maggiore "spinta" iniziale. Molto fertile, richiede concimazione adeguate durante tutto il ciclo e per le diverse fasi fenologiche per garantire qualità e quantità. Il primo grappolo è molto generoso e ha un'elevata allegagione anche in periodi caldi, l'eccellente copertura fogliare con presenza di foglie ben distese permettono di limitare i danni da scottature. Ottima la concentrazione di maturazione e buona la tenuta in campo SV5197TP presenta un frutto di colore rosso intenso con un fittone interno molto ridotto, bacche di forma allungata dall'eccellente uniformità e peso di 80-85 grammi, con ottima pelabilità in lavorazione.

SV5197TP è ideale per pelato in barattoli da 0,5-1 kg e anche per confezioni da 3 kg e 5 kg da pelato e polpa.



"In un momento di difficoltà remunerativa per l'agricoltore - commenta Danilo Bo, sales district manager di Monsanto per l'area Sud - e di tendenza ad investire in brand che offrono prodotti di alta qualità da parte delle industrie conserviere, SV5197TP rappresenta un ottimo equilibrio tra produttività elevata in campo e resa eccellente in fabbrica. La varietà di Monsanto, frutto della ricerca genetica italiana, riesce a soddisfare gli esigenti bisogni del consumatore nazionale per sapore gradevole e dolcezza, grazie al rapporto ottimale tra zuccheri e acidi, contribuendo a maggior ragione a rispondere alle esigenze del mercato estero e a diffondere il gusto italiano nel mondo. La qualità - conclude Bo - è molto apprezzata dalle industrie conserviere, in particolare per l'eccellente contenuto e il rapporto tra i composti nutraceutici: licopene, alfa-carotene, alfa-carotene, beta-criptoxantina e polifenoli".
 
Fonte: Ufficio stampa Seminis


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: