eventi
INTERPOMA CHINA
Shanghai
15-17 Aprile 2019
THINK FRESH 2019
Rimini
7 Maggio 2019
MACFRUT 2019
Rimini
8-10 Maggio 2019
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019

leggi tutto

mercoledì 6 giugno 2018


Italo's Farmer, vola il fatturato

“Alla base c’è la scelta varietale, studiata e sviluppata il più a lungo possibile, per capire come produrre e come ottenere il meglio dalla genetica che abbiamo a disposizione. Così ogni varietà di pomodoro e di melanzana che abbiamo scelto è coltivata, lavorata e confezionata come un prodotto di nicchia. Prezioso e riconoscibile. Grazie a un nostro brand e a tutti gli aspetti di comunicazione che contribuiscono a trasmettere valore ai prodotti”.
Giuseppe Cilio, 35 anni di Vittoria (Ragusa), con il fratello Vincenzo è socio fondatore della Italo’s Farmer, azienda nata nel 2016. Venti ettari di serre, destinate alla produzione di pomodori (ciliegini, datterini e piccadilly), melanzane (tonde, lunghe, violette, striate) e, in misura minore, peperoni.


“Il fatturato 2017 è cresciuto del 50% rispetto all’anno precedente – continua Cilio - Merito della qualità delle nostre primizie, ma anche della scelta di proporci come azienda agricola che vende direttamente la propria merce. Un messaggio esplicitato bene anche dal packaging, messaggero di italianità e innovazione”.


“L’84% del giro d’affari deriva dalla Gdo italiana e da alcuni gruppi presenti storicamente nel mercato agroalimentare italiano, quali il Gruppo Spreafico, Santini, L’Alco Grandi Magazzini, ma anche Costa Crociere. Il tutto per un totale di quasi duemila tonnellate di prodotti”.



Malgrado le pressioni di Spagna, Marocco e Olanda, l’azienda siciliana non trascura l’export, che oggi vale il rimanente 16% del fatturato. “Rispetto all’anno scorso abbiamo più che triplicato i volumi, in pratica abbiamo registrato un incremento del 350% - aggiunge Cilio - Così, stiamo valutando seriamente la possibilità di poter crescere ancora di più nel breve periodo. Oltre ai Paesi Bassi, siamo recentemente entrati in altri mercati del Nord Europa, in particolare in Inghilterra e nei Paesi scandinavi, con ottimi risultati e soddisfazioni”.

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: