eventi
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 26 novembre 2018


Ora l'ortofrutta «fotogenica» sta su Instagram

E’ iniziata l’era del “visual social media marketing” e il nostro settore - a parte qualche eccezione - ancora non lo sa.
Stiamo parlando di coinvolgere i clienti attraverso la creazione di contenuti visivi: così nasce il visual marketing e, da poco tempo, un nuovo formato video verticale che sta cambiando l’utilizzo dei contenuti, la Instagram Tv (IgTv).


Alcune foto dell'account del Melone Mantovano Igp

Instagram è una piattaforma di social networking piuttosto particolare. Complice anche la (bassa) età media degli utenti, infatti, prevale un comportamento informale, improntato all’immediatezza e alla condivisione del momento.
Per questo motivo viene sempre più spesso utilizzato, in sinergia con gli altri social: per mettere in luce una parte meno seria e divertente del brand, legata al racconto, alle persone, al “dietro le quinte”; oppure per mostrare un lato più creativo o, ancora, contenuti che possono riguardare le storie del team che compone l’azienda, la cultura aziendale, il prodotto e i suoi usi, dimostrazioni di prodotto e showcase, fino agli aspetti educativi, culturali, in grado di trasmettere l’etica e i valori del brand.


Il profilo Ig di Opera la pera

I dati di Instagram sono in continua crescita, gli utenti iscritti hanno superato il miliardo (più di 500 milioni di account attivi in un giorno) e la piattaforma si è dimostrata particolarmente adatta per lo sviluppo di nuove strategie di social media marketing, grazie anche all’utilizzo del visual storytelling.


Noberasco su Instagram

Perché il visual storytelling è diventato fondamentale?
Da recenti ricerche è emerso che gli utenti hanno una soglia di attenzione media pari a 8 secondi. Le aziende, pertanto, devono riuscire a creare strumenti attrattivi che stiano in queste tempistiche. E Instagram è lo strumento ideale per fare visual storytelling. O, meglio, per raccontare storie ai fini di comunicazione persuasiva, soprattutto in ambito economico e aziendale. Con l’avvento dei social network gli utenti hanno voglia di leggere e vedere storie originali, per questo alle aziende è richiesta una continua innovazione nell’arte del racconto e dell’emozione. E Instagram, in questo senso, offre novità frequenti, come i video di 60 secondi, le Stories, gli album di foto e la IgTv


Come si presenta il profilo di Solarelli

Il palmares di Instagram è stimolante: secondo Iconosquare già nel 2015 il 62% degli utenti di Instagram seguiva un brand su questa piattaforma, mentre uno studio di Forrester Research rivela che Instagram offre alle aziende 58 volte più opportunità di successo di Facebook e 120 volte quelle di Twitter. Non solo, se nei principali social network le aziende riescono a raggiungere un tasso di coinvolgimento degli utenti inferiore a 0,1%, per Instagram si raggiunge il 4,21%.


Più immagini che video sull'account di Valfrutta

Vertical Farm e Veg tra i trend food di quest’anno
Se il mondo cambia, tra i settori sempre alla ricerca di innovazioni c’è proprio il food. Un cambiamento spinto, soprattutto, dalla costante crescita della popolazione mondiale e dall’evoluzione delle tendenze alimentari e di consumo.
Tra le tendenze 2018 che si sono affermate anche sui social media ci sono, ad esempio, le vertical farm. Ormai i consumatori hanno letteralmente perso la fiducia nel sistema alimentare industriale e sono sempre più alla ricerca di ciò che viene chiamato “real food”, ovvero cibo sano, biologico e possibilmente a chilometro zero.
Mai come in questo momento il cibo vegano sta attraversando un periodo di grande popolarità su qualsiasi canale di comunicazione, social compresi. I piatti vegani sono comparsi sia nei menù dei ristoranti stellati, che in quelli delle grandi catene come McDonald’s e Pizza Hut.

(In apertura l'account Instagram di Fratelli Orsero)

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: