eventi
ASIA FRUIT LOGISTICA
Hong Kong
4-6 Settembre 2019
SANA 
Bologna
6-9 Settembre 2019 
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

Pesche giovedì 21 febbraio 2019


Spagna, ruspe sui pescheti

Una significativa riduzione delle aree dedicate a pesche e nettarine: la Catalogna prende il toro per le corna e, dopo anni di prezzi inadeguati per i produttori (complice anche la prepotente espansione della coltura in terra iberica) decide di “tagliare” duemila ettari. Lunedì scorso il Dipartimento dell'Agricoltura catalano ha adottato infatti un piano che abbatterà le superfici di coltivazione di quasi il 10%, con l’auspicio di orientare positivamente la campagna commerciale 2019. Ai produttori sarà riconosciuto un contributo di cinquemila euro per ettaro, con un massimo di tre ettari per richiedente, con l'impegno del produttore di non reimpiantare pesche e nettarine di qualsiasi varietà (comprese quindi anche le “piatte”) per quattro anni.



La locale associazione dei frutticoltori Afrucat, aderente a Fepex, ha accolto con favore il provvedimento, ritenuto utile per ridurre la pressione sui prezzi, selezionare le produzioni e proiettare sul mercato solo le varietà più valide e gustose eliminando dal circuito commerciale i frutti non più in grado di soddisfare le aspettative del consumatore.

A livello nazionale, il ministero dell'Agricoltura, della pesca e dell'alimentazione spagnolo aveva presentato nell'aprile dello scorso anno il piano di settore della frutta a nocciolo comprendente 14 misure: tra queste, la limitazione delle piantagioni, con la possibilità riconosciuta alle comunità autonome di prendere decisioni in tal senso nell’ambito dei programmi operativi delle Op. E la Catalogna ha colto al volo l’occasione.



Continua così il ridimensionamento delle superfici dedicati a pesche e nettarine in terra iberica: per la stagione 2018 Afrucat  stimava una produzione di circa 1,5 milioni di tonnellate, l’11% meno del 2017. In Catalogna il calo su base annua era stato ancora più robusto, il 17%, per un totale di poco più di 470mila tonnellate.

 Copyright 2019 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: