eventi
HORTI CHINA
Quingdao
19-21 Settembre 2019
FRUIT ATTRACTION
Madrid
22-24 Ottobre 2019
FUTURPERA
Ferrara 
28-30 Novembre 2019
FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

mercoledì 3 aprile 2019


Kiwi Sweeki, in Cile parte la raccolta

È cominciata in Cile la raccolta del kiwi verde destinato al marchio “Sweeki” del Consorzio Origine Group. I due soci cileni di Origine Group, la David del Curto e la neoentrata Copefrut, in questa stagione aumenteranno la quantità di Hayward destinata al marchio “Sweeki Green”, con il quale viene commercializzato sui mercati mondiali il kiwi top del Consorzio. Infatti solo il kiwi di qualità superiore, con ottime caratteristiche estetiche, un alto grado zuccherino e un alto contenuto di sostanza secca potrà diventare Sweeki.

Nei frutteti dei produttori delle due aziende cilene, la raccolta è cominciata sotto ottimi auspici, con attese positive di un buon risultato sia qualitativo che quantitativo. Lo Sweeki cileno sarà diretto soprattutto sul mercato asiatico, dove permetterà di continuare la stagione congiungendosi con quello di origine italiana, le cui spedizioni stanno volgendo al termine.

“In questa stagione sfioreremo 2.000 tonnellate di kiwi dall’Italia venduto sui mercati esteri, e speriamo di fare altrettanto dal Cile”, afferma il direttore generale di Origine Group, Alessandro Zampagna

“Nonostante un’altra annata complicata per la produzione italiana, Sweeki sta riscuotendo sempre maggiore interesse sui mercati internazionali, grazie all’alta qualità, alla disponibilità per tutto l’anno, al servizio al cliente e alla politica di promozione del marchio. La produzione dei nostri soci cileni David Del Curto e Copefrut si prospetta ottima e ci permetterà di continuare a servire al meglio i nostri clienti". I primissimi imbarchi di Sweeki dal Cile sono previsti entro i prossimi quindici giorni. 

Fonte: Ufficio stampa Origine Group
 


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: