eventi
TSW 2020
Varsavia (Polonia)
15-16 Gennaio 2020

FRUIT LOGISTICA
Berlino
5-7 Febbraio 2020
MACFRUT 
Rimini
5-7 Maggio 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

mercoledì 18 settembre 2019


Dieta veg, la carenza di colina può essere rischiosa

Un recente articolo pubblicato dalla nutrizionista britannica Emma Derbyshire, sul sito Bmj Nutrition, Prevention & Health, evidenzia i rischi per la salute che potrebbero essere provocati da una dieta vegetariana o vegana, a causa della carenza di alcuni nutrienti. La specialista, infatti, ha studiato e dimostrato scientificamente che questi regimi alimentari peggiorano la già deficitaria assunzione di colina da parte dell’organismo. Questo nutriente, chiamato anche vitamina J, viene sintetizzato dal fegato e ha un ruolo importante nel controllo del livello di colesterolo cattivo nel sangue, nel preservare la salute del fegato e nel buon funzionamento del cervello. Nelle donne incinta, poi, la colina serve per lo sviluppo del feto. 

Il nostro organismo è in grado di produrne solo una minima parte, il resto viene assunto attraverso la dieta. Gli alimenti che contengono le dosi maggiori di colina sono carne, pesce, uova e latticini. Le verdure, tra cui le crucifere, invece, ne contengono una quantità molto più bassa rispetto al necessario.

L’assunzione di colina

Secondo l’Istituto americano di medicina, le dosi di vitamina J da assumere giornalmente sono: 550 mg per gli uomini e 425 mg per le donne che diventano 450 mg in gravidanza e 550 mg durante l’allattamento. 




Le quantità, invece, consigliate dall’Efsa nel 2016 sono leggermente più basse: 400 mg per adulti e adolescenti di età compresa tra 15 e 17 anni, da 140 a 340 mg per bambini di età compresa tra 1 e 14 anni, 160 mg per lattanti di età compresa tra 7 e 11 mesi e 480 mg per donne incinte e 520 mg per donne che allattano.

Come si può integrare la colina nella propria dieta

Il segreto per un buon regime alimentare è sempre mangiare in modo vario e bilanciato. Nel caso però, per i più disparati motivi, si voglia seguire una dieta vegetariana o vegana, per garantire al nostro organismo il giusto apporto di colina, occorre assumerla sotto forma d’integratori; almeno 250 mg al giorno.  

Copyright 2019 Italiafruit News


di Francesco Mattioli

Altri articoli che potrebbero interessarti: