eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

mercoledì 14 ottobre 2020


Costieragrumi protagonista di «Boss in Incognito»

Una puntata bella ed emozionante di "Boss in Incognito" come quella andata in onda martedì 15 settembre, e che ha visto protagonista Carlo De Riso con la sua amata Costieragrumi, non poteva non essere festeggiata.

Ieri, 9 ottobre, i tre titolari dell'azienda che coltiva, lavora e commercializza limoni, Carlo, Evaristo e Giovanni De Riso, hanno riunito tutti i dipendenti - con le dovute distanze di sicurezza - per un meritato momento di pausa dal lavoro, all'insegna della spensieratezza.
Alla fine del pranzo, alla Torre Normanna, sono stati consegnati i premi ai dipendenti protagonisti di Boss in incognito, Elisa, Domenico, Gianluca, Luigi e Vincenzo, che nella puntata del docu-reality hanno fatto sorridere e commuovere i telespettatori di tutta Italia.

Lo stesso Max Giusti, che di storie ne vede tante, si disse particolarmente colpito dalla grande famiglia che è il gruppo Costieragrumi: 70 dipendenti, 1.200.000 metri quadrati di limoneti, 1.400 tonnellate di sfusato amalfitano (circa l'80% di tutta la produzione costiera) vendute in ogni angolo del mondo. Ma soprattutto storie di fatica e di dignità, di difficoltà e di gran cuore.

"Volevo ringraziare la produzione che ci ha dato l'opportunità di essere partecipi al programma, ma soprattutto voglio ringraziare tutti voi. È stato un anno duro per tutti a causa di questo virus, che ha creato in azienda forti perplessità", ha esordito Carlo, prendendo la parola, tra gli applausi.

"Molti di voi non condividevano la nostra scelta di andare avanti e forse in alcuni momenti anche da parte nostra ci sono stati attimi di sconforto, vedendo quello che accadeva in tutta Italia... Ma la determinazione e la voglia di non fermarsi, la preoccupazione di non deludere i produttori e di garantire serenità alle famiglie, hanno fatto in modo di superare queste paure e oggi possiamo affermare: "Siamo salvi!", ha chiosato.

Fonte: Positanonotizie.it


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: