eventi
CIBUS
Parma 
1-4 Settembre 2020  
MACFRUT 
Rimini
8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020

leggi tutto

lunedì 23 marzo 2020


Il sostegno al «Made in Italy» passa dai social

Una campagna social per promuovere l’ortofrutta fresca di origine nazionale: la lancia Italia Ortofrutta che invita tutte le organizzazioni di produttori associate a farsi parte attiva per diffondere l’iniziativa di sensibilizzazione. Venerdì mattina, sulla pagina Facebook dell'Unione, è stato pubblicato il post ideato per la campagna di comunicazione, contrassegnata dall’hashtag #iocomproitaliano. Il sodalizio chiede di amplificare il messaggio condividendolo sulla bacheca delle diverse Op insieme all’hashtag. 

“In questo momento particolare che ci vede tutti coinvolti nel fronteggiare un’emergenza sanitaria e sociale senza precedenti - si legge nella lettera inviata ai soci dal presidente Gennaro Velardo e dal direttore Vincenzo Falconi - Italia Ortofrutta e` ancora di piu` impegnata nel difendere il lavoro e la redditivita` delle imprese agricole. Il nostro comparto e` oggi piu` che mai divenuto strategico per la tenuta del Paese. La chiusura delle frontiere e la limitazione della mobilita`, oltre al costante stato di pericolo diffuso, rendono difficili non solo le relazioni umane, ma anche lo svolgersi del quotidiano carico di lavoro. Uno sforzo che tutti i produttori stanno facendo per garantire agli italiani i cibi freschi necessari a una sana e quotidiana alimentazione”.

La campagna vuole essere un modo per “ricompensare l’impegno delle aziende ortofrutticole italiane cercando di stimolare il mercato interno a riconoscere la professionalita` e la dedizione del settore ortofrutticolo. Come sempre l’unione fa la forza - conclude la lettera - e la nostra Unione e` la piu` forte di tutte e superera` anche questo momento di difficolta`". 

Copyright 2020 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Altri articoli che potrebbero interessarti: