eventi
MACFRUT  DIGITAL

8-10 Settembre 2020
FRUIT ATTRACTION
Madrid
20-22 Ottobre 2020
SIAL
Parigi 
18-22 Ottobre 2020 
INTERPOMA
Bolzano 
19-21 Novembre 2020
CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 

leggi tutto

mercoledì 25 maggio 2016


«Dammi quei cinque!», una campagna per consolidare i piccoli frutti in Italia

Non solo banane e ananas: Dole, anche in Italia, punta con sempre maggiore decisione sui piccoli frutti, come è emerso ieri a Milano nell'evento berries  organizzato al Feeling Food di via Benaco. E un'intensa campagna sta per essere lanciata nei Pdv e sui mezzi di comunicazione per raggiungere il consumatore finale.
 
Xavier Roussel (foto sotto), vice-president marketing e corporale responsibility  and sustainability di Dole Food company ha rilevato che negli ultimi 20 anni il percorso dei berries è stato caratterizzata da un crescente successo, in controtendenza rispetto a frutta e verdura; vogliamo aumentare ulteriormente i consumi, ha proseguito, concentrandoci sull'aspetto scientifico per agevolare il commercio introducendo nuove cognizioni e alimentando la consapevolezza dei tanti aspetti positivi.



Cristina Bambini, responsabile marketing Dole Italia, ha ricordato come da sempre l'azienda sia ambasciatrice di un'alimentazione corretta, con una filosofia improntata all'educazione al consumatore. In questo contesto lo scorso anno ha lanciato il progetto My Energy, con un approccio formativo ed educativo che ha tre capisaldi: sana alimentazione, attività fisica regolare e… passione. Ora l'iniziativa viene rafforzata con "Dammi quei cinque!" campagna dedicata a mirtilli, ribes, fragoline di bosco, lamponi e more: un'attività promozionale che, dalla prossima settimana, si svilupperà in-store attraverso un pieghevole informativo abbinato alle vaschette di berries Dole per suggerire insolite modalità di consumo. Il leaflet, staccabile e conservabile, rappresenta un punto di riferimento per ampliare, come auspicato da Dole, occasioni e modalità di consumo.


Cristina Bambini 

C'è poi il quaderno speciale berries che va ad arricchire la collana di dieci quaderni tematici My Energy disponibili sull'omonimo blog,  ricchi di informazioni scientifiche e nutrizionali. A coronamento dell'iniziativa il concorso online ribattezzato "Gioca e vinci con il mix perfetto dei piccoli frutti Dole" che scatterà il 23 giugno per terminare a fine luglio: ricco di premi,  sarà lanciato sui social e supportato da attività redazionali e di Pr.

Caratteristiche, proprietà e curiosità dei "cinque piccoli grandi frutti" sono poi illustrati da Mary Ann Lila, direttrice del Plants for Human Health Institute, North Carolina State University. Il prepotente e veloce sviluppo dei piccoli frutti, ha detto, ha ricevuto una spinta decisiva  dal contributo scientifico che ha dimostrato quanto i frutti di bosco facciano bene alla salute su più fronti: nel prevenire il diabete, riducendo la glicemia, nel migliorare l'aspetto cognitivo nella terza età, nel mantenere il peso forma; assunti un'ora prima del pasto, ha spiegato Lila, aumentano il senso di sazietà.


Mary Ann Lila

E ancora, c'è una relazione diretta tra salute cardiaca e frutti di bosco, che riducono inoltre il rischio di tumori alla pelle e la proliferazione delle cellule tumorali. Non solo: sono un toccasana contro le infezioni. Tutti elementi provati scientificamente, ha proseguito Lila, che ha citato un recente test effettuato tra 31 atleti suddivisi in due gruppi che ha dimostrato le migliori performance di coloro cui sono stati somministrati mirtilli: bruciano più velocemente grassi e hanno maggiore resistenza.


Recenti elementi scientifici hanno rivelato il punto di forza dei piccoli frutti, i cui effetti benefici erano già noti ai nativi americani e che nascono spontaneamente persino nella Tundra in Alaska: la loro forza sta propria nella capacità di reagire alle condizioni più avverse, generando prodotti chimici naturali. Paradossalmente se fossero nati in un ambiente perfetto e non sotto pressione, ha proseguito la ricercatrice, non sarebbero così salutari. In definitiva, non è solo l'alta concentrazione di fitocomponenti presenti in un singolo frutto a far star bene, quanto il mix di diversi berries.


 
L'evento Dole di ieri ha offerto l'occasione per ospitare i partecipanti del Food workshop selezionati sulla pagina facebook ed ha ospitato  uno showcooking di Domenico Spadafora, chef Pâtissier pluripremiato a livello mondiale (foto sopra).

Copyright 2016 Italiafruit News su testo e foto


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: