eventi
INTERPOM  
Courtrai  (Belgio)
23-25 Novembre 2020

MACFRUT 2021
Rimini
4-6 Maggio 2021

CIBUS
Parma 
4-7 Maggio 2021 
FRUIT LOGISTICA
Berlino & Online
18-20 Maggio 2021

TUTTOFOOD
Milano 
17-20 Maggio 2021
MACFRUT DIGITAL 
Online
28-30 Settembre 2021 

leggi tutto

giovedì 29 ottobre 2020


Pallottini: il coprifuoco frena i consumi

Le stime sottolineano che un mese di coprifuoco di bar e ristoranti costerà alla filiera agroalimentare italiana altri 3,6 miliardi di euro di mancati incassi. Con una forte ricaduta per molti operatori dei Mercati all’ingrosso. 

“Lo scenario di questi giorni sembra ricalcare quello precedente con una forte penalizzazione per le aziende che lavorano nel settore ittico e per quelle dell’ortofrutta collegate al settore Horeca - sottolinea Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati -. Da inizio settimana abbiamo assistito ad una pericolosa frenata dei consumi  accentuata dal forte disorientamento da parte dei consumatori rispetto alle diverse decisioni. I Mercati continuano ad essere aperti e anche in questa occasione non c’è nessuna necessità di corsa all’accaparramento dei prodotti che mantengono prezzi bassi”. 

Ma non è solo un problema di ricavi in sofferenza. “E’ evidente che anche in questa situazione i Mercati all’ingrosso sono chiamati ad uno nuovo sforzo per rappresentare un  punto fermo della filiera, svolgendo un servizio pubblico operativo spesso h24, riaffermando un ruolo di sentinella e trasparenza per evitare  possibili speculazioni che l'esperienza dimostra non si creano mai all'interno dei nostri Mercati. Siamo pronti a ulteriori investimenti organizzativi e in termini di sicurezza – prosegue Fabio Massimo Pallottini – Nel contempo, dopo che il presidente Conte ha preso un impegno formale nei confronti di tutta la filiera agroalimentare, auspichiamo  che il Governo possa avviare al più presto consultazioni aperte in modo che Italmercati possa rappresentare l’andamento dei consumi dal proprio osservatorio in modo da poter contribuire con dati certi  alle prossime difficili decisioni per il Paese. E rivendichiamo con forza che nel prossimo Decreto ci possa essere la disponibilità di ristori per le nostre società e gli operatori”. 

Fonte: Ufficio stampa Italmercati 
 


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: