eventi
BIOFACH 
Norimberga,
26-29 Luglio 2022
FRUIT ATTRACTION
Madrid,
4-6 Ottobre 2022
ASIA FRUIT LOGISTICA
Bangkok,
2-4 Novembre 2022
INTERPOMA
Bolzano
17-19 Novembre 2022
MACFRUT 
Rimini,
3-5 Maggio 2023

leggi tutto

venerdì 27 maggio 2016


Buon momento per i fagiolini, quotazioni interessanti

La cooperativa agricola La Misenate di Frattamaggiore (Napoli) è nel pieno della raccolta dei fagiolini. Nei suoi 7 ettari sotto serra il prodotto è abbondante e di qualità, e testimonia gli investimenti fatti dall'azienda negli ultimi anni su questa coltura.

Il fagiolino, per La Misenate, sta diventando sempre più importante tanto che presto farà la propria comparsa anche nel logo aziendale. La cooperativa napoletana è specializzata nella coltivazione di radicchio e cicorino, fragole e asparagi, ma, come spiega a Italiafruit News il presidente Ciro D'Andrea negli ultimi quattro anni ha scommesso sul fagiolino. Una scommessa che, almeno per il momento, si può dire vinta. “Dicevano che nelle nostre serre saremmo riusciti ad ottenere 40-50 quintali di fagiolino per ettaro, invece quest'anno arriverermo ad oltre 150 quintali l'ettaro. Abbiamo una bella produzione”.



L'impresa partenopea produce fagiolini sotto serra da aprile fino a luglio; nel periodo più caldo dell'anno fa uno stacco per riprendere poi con un secondo periodo di raccolta a settembre e ottobre. Inoltre è destinata a fagiolino anche una produzione a pieno campo.
“Quest'anno – riprende il presidente – pensiamo di raggiungere i 700-800 quintali di prodotto. I prezzi? Al momento nei Mercati all'ingrosso spuntiamo 3,20 euro il chilo, un buon prezzo anche se la raccolta a mano incide tra gli 80 e i 90 centesimi il chilo. Inoltre c'è richiesta di prodotto, l'andamento dei consumi è buono. Abbiamo diverse confezioni per i fagiolini, le più piccole da 5 chili e le maggiori da 7; sono cassettine ricoperte da un cellophane con il nostro marchio”.

La cooperativa raggruppa una quarantina di soci che, nell'ultima stagione, hanno raccolto 2.800 quintali tra cicorino e radicchio. La campagna degli asparagi, dice il presidente D'Andrea, è stata positiva: coltivandoli sotto serra sono usciti con anticipo spuntando prezzi remunerativi.

Copyright 2016 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: