eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

lunedì 25 luglio 2016


Innovazione israeliana per le analisi in ortofrutta

L’azienda israeliana Yarok Technology Transfer ha annunciato la conclusione dello sviluppo base di un innovativo sistema per analisi microbiologiche rapide indirizzato al settore ortofrutta.
Il sistema è in grado di rilevare la presenza di E.Coli o di Listeria nell’arco di circa 45 minuti, indicandone infine l’eventuale “presenza zero” in 6 ore, nel caso dell’E.Coli, o in 9 ore nel caso della Listeria.

Il sistema si propone di dare una risposta ad uno dei più inquietanti problemi del settore alimentare “freschissimo”: i limiti degli attuali sistemi nell’individuare pericolosi patogeni prima che il prodotto fresco venga inviato alla distribuzione. Questa lentezza, potenzialmente dannosa per il consumatore, è inoltre causa di costosi richiami di prodotto, che creano gravi danni ai produttori e ai distributori.

“Al termine di oltre un anno e mezzo di lavoro, abbiamo concluso la fase di sviluppo dei primi due moduli destinati a prodotti vegetali. Siamo quindi ora nello stadio di finalizzazione, per la consegna del primo sistema destinato al settore ortofrutta”, ha dichiarato il Vladimir Glukhman, direttore scientifico di Yarok, sui cui brevetti si basa l’innovativa tecnologia di analisi. “Dopo aver installato un primo sistema rapido presso uno dei maggiori produttori israeliani di latticini, ci siamo orientati verso le verdure fresche, un settore particolarmente affetto dal pericolo di patogeni, sia negli Usa che in Europa.  Oggi siamo in grado di accertare l’assenza di E.Coli in prodotti quali ad esempio la rucola o le lattughe, in sole 6 ore e, nel caso della Listeria, in sole 9 ore circa. La caratteristica però più interessante del nostro sistema è la progressività delle evidenze, ovvero la capacità di evidenziare risultati affidabili dopo meno di un’ora. Infatti un livello di 1000 Cfu di E.Coli, cioè una quantità molto bassa, è individuabile già dopo circa 45 minuti”.

In Italia l’installazione del primo sistema è prevista per i primi di ottobre presso uno dei laboratori del Gruppo Agronomia, produttore di insalate di IV Gamma, che ha ottenuto un’esclusiva sul sistema dedicato all’ortofrutta.

Il sistema è basato su un System-Kit destinato ai piccoli laboratori degli stabilimenti produttivi o delle piattaforme delle Gdo. La metodologia d’uso, incentrata sull’impiego di reagenti brevettati e di un software interpretativo, non richiede un hardware dedicato ed utilizza ordinari strumenti di cui sono tipicamente dotati i laboratori nel settore alimentare.

“Cercando un upgrade ai nostri sistemi di autocontrollo microbiologico, ci siamo rivolti al mondo dell’innovazione Israeliana, come facemmo in passato per altre soluzioni inserite nella nostra produzione agroindustriale”, dichiara Jonathan Sierra, responsabile R&D in Agronomia.

Fonte: Yarok Technology Transfer Ltd


Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: