eventi
THINK FRESH 
6 Settembre 2021
SPECIALE FRUTTA & VERDURA 
30 giugno-1 Dicembre 2021
CIBUS
Parma 
31 Agosto - 3 Settembre 2021
MACFRUT 2021
Rimini
7-9 Settembre 2021

TUTTOFOOD
Milano 
22-26 ottobre 2021
INTERPOMA
Bolzano
4-6 Novembre 2021 
FUTURPERA
2-4 Dicembre 2021
Ferrara 
FIERAGRICOLA 
Verona
26-29 Gennaio 2022

leggi tutto

giovedì 6 settembre 2018


Succhi di frutta, la Serbia ringrazia il Made in Italy

L’Italia corre in soccorso del settore ortofrutticolo serbo: questa la chiave di lettura data dai mass media locali all’operazione che ha portato Italian Food a investire 10 milioni di euro per la realizzazione di una fabbrica di succhi di frutta, polpa e concentrati di frutta a Priboj, nel sud-ovest del Paese, al confine con Montenegro e Bosnia. I frutticoltori di questa vocata area, scrivono i giornali di Belgrado, potranno finalmente risolvere l’annoso problema del collocamento dei prodotti che fino ad ora non era pianificabile a causa della mancanza di un solido riferimento per la trasformazione. Tanto che il prezzo, ad oggi, è deciso dai proprietari di celle frigorifere. 

L’insediamento italiano è stato oggetto di lunghi negoziati con il governo serbo; raggiunto l’accordo, presto potranno iniziare i lavori per la realizzazione dello stabilimento in cui dovrebbero essere impiegati una cinquantina di dipendenti. Al centro del progetto, la lavorazione di piccoli frutti, mele, prugne, ciliegie, albicocche, pesche, fragole, pere e altro ancora.

“Si tratta di un investimento estremamente importante per gli agricoltori della Serbia sud-occidentale e il prestigio di Italian Food è testimoniato dalla capillare operatività in diversi continenti e dalle sue prestigiose collaborazioni, in primis quella con Nestlè”, sottolineano compiaciuti i media serbi.  

Copyright 2018 Italiafruit News


Leggi altri articoli di:

Leggi altri articoli su:

Altri articoli che potrebbero interessarti: